Categorie: SAP

Al giorno d’oggi sono tante le organizzazioni che cercano di capire cosa possono fare i Big Data per loro, in che modo la Business Intelligence rappresenti un tassello importante per la produttività e come il machine learning possa creare modelli previsionali direttamente applicabili alle strategie aziendali. SAP HANA, in quanto piattaforma che poggia su una tecnologia in-memory e avanzati algoritmi contestuali, ha le capacità per rispondere a simili quesiti.

Non è mai semplice trasferire nozioni teoriche in concreti ambiti di intervento. Eppure comprendere il possibile ruolo di Hana in una società di qualsiasi dimensione e di qualunque segmento è quanto mai necessario, soprattutto all’inizio, per liberare il campo da eventuali dubbi e incertezze e puntare decisi verso una migrazione ottimizzata, priva di rischi. Cerchiamo dunque di spiegare i principali scenari applicativi nei quali Hana fornisce un valore aggiunto primario, in grado di far svoltare il business.

 

Intelligence in real-time

Tramite l’utilizzo della cosiddetta intelligence operativa in tempo reale, i reparti specialisti possono ottenere dati e informazioni in real-time circa i processi primari e secondari di un’azienda, agendo di conseguenza. Per esempio, nel monitoraggio e nella gestione delle operazioni di impianti industriali, una vasta gamma di dispositivi produce dati su base continuativa. Si tratta di elementi fondamentali che servono per controllare la correttezza del lavoro e il regolare flusso manutentivo delle macchine. Poiché queste sono spesso monitorate da sistemi diversi, chi non sfrutta l’interoperabilità di Hana deve usare software vari perdendo di velocità e completezza. Il software di SAP invece può valutare sorgenti differenti, costruendo modelli globali che diano senso al contesto nella sua particolarità.

 

Supporto decisionale

Hana offre la possibilità di leggere dati non strutturati che come tali non sono disponibili in forma di tabelle. Di conseguenza, la piattaforma sa valutare informazioni grezze provenienti dai social media o dall’IoT sul campo, feedback dal marketing e risposte dai clienti. Così si misura il successo di una campagna di comunicazione e il lancio di un nuovo prodotto, laddove prima si necessitava di rilevazioni diluite nel tempo, con risultati differenti e non comparabili. Un altro esempio, legato al concetto di presa decisionale, riguarda l’analisi degli strumenti di lavoro, attraverso sensori posizionati sulle componenti principali di una macchina. Questo permette di prevedere, tra l’altro, quando è ipotizzabile la prossima erosione, per anticiparla. Lo scenario si basa sullo studio dell’automazione dei processi, col fine di ottimizzare il parco produttivo, risparmiando sui costi di gestione, sia in termini di interventi umani che di sostituzione hardware, dovuta magari a una catena di problemi irrisolti o ai quali si pone rimedio troppo tardi.

 

Big Data

I Big Data sono il caso che meglio di altri spiega il vantaggio di Hana rispetto a pratiche tradizionali di intendere il business. L’obiettivo è dare istruzioni per l’azione dopo aver inglobato, analizzato e inteso una grande mole di informazioni, provenienti da varie sorgenti connesse. L'aspetto interessante non riguarda solo le ridotte tempistiche di visualizzazione dei risultati ma il fatto che Hana dia la possibilità di rispondere a domande spesso nemmeno poste in fase di partenza. Il beneficio di una tecnologia in-memory è tutto qui: aumentare la conoscenza delle dinamiche produttive cogliendo spunti di miglioramento mai scorti prima. In questo modo le aziende manifatturiere utilizzano applicazioni di Big Data per mantenere una visione d'insieme delle fonti e della qualità dei semi-lavorati. Se per determinati prodotti è necessario un richiamo dal mercato, la segmentazione dei processi consente di individuare la falla ed eliminarla rapidamente.

 

Le performance

Molte operazioni ricorrenti, come le chiusure mensili, con i metodi classici richiedono ancora una settimana o più di elaborazione. Tramite Hana il tutto si può ridurre a un paio di giorni, soprattutto quando si tratta di programmazioni sistemiche che dipendono da voci di costo prefissate. Il bello è che, con gli stessi tempi, si abilita non solo una più veloce rendicontazione ma anche una serie di comparazioni finanziare utili per aggiustare il tiro e creare planning mirati a seconda di specifici target.

 

WIIT - Infografica - Tutte le prossime evoluzioni della piattaforma SAP